La Pescarina, Presentosa di mare

Gioielli Abruzzesi » La Pescarina, Presentosa di mare

Come nacque la Pescarina.


La Presentosa ha un'antica tradizione montana risalente alla fine del '600 che si stemperava man mano che ci si avvicinava alla costa.Si avvertiva quindi l'esigenza di un gioiello di tradizione che rappresentasse il mare. E siccome la tradizione deve pur sempre avere un inizio, nasce così alla fine del 2000, la "Pescarina".

Nell'agosto 2000 stavo passeggiando sulla battigia de lungomare e, chissà come, mi venne in mente una scritta di un anonimo "Pasquino" degli anni '80, su un muretto della riviera pescarese: "Ardetec' li cannilicchi" (Ridateci i cannolicchi). Il simpatico grafomane avrebbe dovuto aggiungere: "Ardetec' li scagn' e le stelle marine!" (Ridateci le secche e le stelle marine)

Si, perché le stelle marine sulle nostre spiagge non si trovano più. L'ultima la trovai sulla spiaggia di Montesilvano nell'82 e le feci un modellino in cera, come le statue dei personaggi celebri.
Ebbene, quella notte del 2000 feci un sogno; sognai il nostro "Gabbriele" pescarese che mi diceva: "A Lù, picchè nin mi fi nu giuielle che m'arcurdesse la mia belle Pescara? (Lupo, perchè non mi fai un bel gioiello che mi ricordi la mia bella Pescara?)"

La mattina andai in laboratorio e feci la mia stella marina circondata da riccioli di filigrana. Mi piacque e ne fui entusiasta.
Difatti la notte successiva sognai di nuovo Gabbriele che mi diceva serio e compunto :"Caro Lupo, la Vostra nuova creazione mi lascia il cuore gonfio di ricordi e trova il mio massimo consentimento. Le ho già trovato il nome: Pescarina, presentosa di mare.
A Lù, certe che si proprie fregn'!" (Lupo, certo che sei proprio in gamba!)
E svanì fra veli bianchi e immacolati svolazzanti nella bruma marina.

Nacque così agli inizi del nuovo millennio questo gioiello che vuole rappresentare l'Abruzzo marino e marinaro
Nella Pescarina, i ghirigori della filigrana sono sempre diversi: in pratica non c’è una Pescarina filigranata uguale all’altra. Quelle più pregiate, a partire dall’articolo abpe03 fino al abpe01, le confezioniamo in una scatola in pietra della Maiella scolpita a mano, a sottolineare il legame fra il mare e la Montagna Madre degli Abruzzesi.

La Pescarina è stata quindi assunta dal Comune di Pescara come il gioiello che lo rappresenta e viene offerta in omaggio agli ospiti e personalità più importanti.

(Italo Lupo)